LE SMAGLIATURE

Le smagliature, conosciute anche come strie atrofiche, sono delle cicatrizzazioni visibili sulla pelle ed appaiono con una differente tonalità di colore, che inizialmente è rosso-violacea per la sottigliezza dell'epidermide che mostra il reticolo venoso, ma successivamente tende ad assumere un aspetto bianco-perlaceo, dovuto alla lacerazione delle fibre elastiche del derma. Secondo gli studi, i responsabili della comparsa e del loro sviluppo sono gli ormoni glucocorticoidi, in quanto impediscono lo sviluppo dei fibroblasti dalle fibre di elastina e di collagene, responsabili dell’effetto tensore della pelle.

Le cause delle smagliature possono essere molteplici, anche se, in genere, le motivazioni vanno riscontrate nel processo di indebolimento della pelle, provocato soprattutto dalla carenza di proteine e da squilibri ormonali. Le condizioni favorenti l'insorgenza delle smagliature sono:

  • la gravidanza, dato che i tessuti sono particolarmente sollecitati, sia per le variazioni di peso che ormonali, ed interessano le zone del basso ventre, delle cosce e del seno;

  • il sovrappeso e l’effetto fisarmonica (dimagrimento accompagnato da una veloce ripresa dei chili di troppo) che possono causare il cedimento del derma;

  • cure a base di farmaci corticosteroidi, poiché hanno un effetto negativo sull’elasticità del derma;

  • determinate condizioni patologiche come la sindrome di Cushing, di Marfan o di Ehlers-Danlos, o disturbi alla ghiandola surrenale, i quali comportano un aumento di cortisolo nel sangue con conseguente perdita di elasticità della pelle.


 

SINTOMI: COME RICONOSCERLE

Generalmente sono le donne a risentire maggiormente del problema, anche se possono essere coinvolti anche gli uomini. Le smagliature possono comparire anche tra i 14 e i 18 anni, a linee più o meno sottili, singole o multiple, ed interessare diverse zone del corpo, come il seno, ma anche braccia, cosce, addome e glutei, a causa dello stress a cui vanno incontro i tessuti durante la crescita in fase puberale, in gravidanza o a seguito di variazioni ponderali.

Le smagliature di colore rosa o rossastro sono di nuova formazione, quindi bisogna intervenire immediatamente per ammorbidire la pelle e aumentarne l'elasticità, per evitare la cicatrizzazione. Quelle di colore bianco perlaceo, invece, appaiono come delle cicatrici: la pelle sembra strappata e al posto della linea rossa, presente nelle smagliature appena formate, compare un segno bianco che sembra scavato nell'epidermide.

 

COME PREVENIRLE

Premesso che l’elasticità della pelle dipende anche da fattori genetici, per cui, una pelle elastica è considerata un dono di natura, la prima regola per la prevenzione è mantenere il proprio peso forma, oppure se si desidera dimagrire o mettere su qualche chilo, non bisogna avere fretta di farlo troppo velocemente, poichè sono proprio gli sbalzi che provocano la comparsa delle smagliature. È indispensabile curare la propria alimentazione: i cibi che non devono mai mancare nella dieta sono verdure e cereali, anche integrali; bisogna invece evitare i grassi. L’elasticità della pelle inoltre, dipende anche dall’idratazione: per questo motivo è importante bere almeno un litro e mezzo di acqua durante l’arco della giornata. Si possono anche utilizzare creme idratanti ed emollienti per il corpo, nelle zone strategiche, laddove le smagliature sono più soggette a comparire. Inoltre sono sconsigliati il fumo e il consumo di alcolici, mentre è consigliato praticare regolarmente attività fisica, ed evitare di indossare indumenti stretti per favorire il microcircolo e, di conseguenza, la corretta ossigenazione dei tessuti. Per la detersione è inoltre utile ricorrere a prodotti esfolianti, come scrub leggeri da fare sotto la doccia, a cadenza regolare, per liberare la pelle dalle cellule morte e permettere a creme idratanti o a creme antismagliature di penetrare in profondità e compiere la loro azione elasticizzante.


 

COME CURARLE

Una volta identificate, è importante intervenire subito per poterle contrastare, perchè è meglio trattare l'inestetismo quando le smagliature sono ancora di colore rosa o dorato e non aspettare che diventino bianche e quindi ormai cicatrizzate. Le smagliature rosa possono essere eliminate ricorrendo a trattamenti cosmetici appositi; invece in caso di smagliature bianche, gli effetti possono essere minimizzati, ma i segni non possono essere cancellati del tutto. Tra le soluzioni più efficaci ci sono le creme a base di acido boswelico ad un’azione riparatrice dei tessuti ad antinfiammatoria, da abbinare eventualmente anche ad un trattamento orale sotto forma di integratori alimentari, per avere un'azione sinergica. Ci sono anche creme a base di retinolo o complessi vitaminici che aiutano a mantenere l'idratazione e l'elasticità della pelle. Si possono utilizzare anche alcuni oli, come quello di mandorle, da applicare ogni giorno e più volte al giorno per aiutare a curare le smagliature rosa.

Oltre alle soluzioni di tipo cosmetico, si possono effettuare anche dei trattamenti estetici, che talvolta possono essere anche particolarmente invasivi, come il peeling chimico, la biodermogenesi, e la microdermoabrasione che, grazie all'impiego di piccoli cristalli, lucida e leviga la pelle in modo da riuscire a migliorare anche l'aspetto delle smagliature più radicate. Si può fare ricorso anche ad altri rimedi, come la laserterapia che permette di eliminare le parti di tessuto con le smagliature e di rigenerare pelle nuova, oppure ricorrendo all’intervento chirurgico, i cui risultati sono paragonabili a quelli che si otterrebbero attraverso il laser frazionato.


 



IL MAL DI SCHIENA

Data di pubblicazione: 13/01/2021

MAL DI SCHIENA ...

Questo sito utilizza i cookie. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.